“Scrivere Gialli di Successo” di Paolo Roversi: un’introduzione all’arte di scrivere crime stories



Scrivere Gialli di Successo”: si chiama così il recente manuale di scrittura creativa firmato da Paolo Roversi, noto scrittore, giornalista e sceneggiatore italiano.

Un libricino piacevole e snello, in grado di elargire preziose nozioni di progettazione narrativa a tutti gli aspiranti autori di crime stories.

Divulgativo, scorrevole e infarcito di aneddoti , questo volumetto offre ai neofiti un’infarinatura generale e una manciata di suggerimenti tratti dal bagaglio di esperienze professionali di Roversi.

Una circostanza che, agli occhi dei suoi fan inossidabili, rappresenterà senz’altro un valore aggiunto… ma anche un mezzo per ravvivare il loro entusiasmo nei confronti del genere mistery o del noir!


scrivere gialli di successo - paolo roversi - editrice bibliografica

Di cosa parla “Scrivere Gialli di Successo”

Il manualetto di Paolo Roversi è una vera e propria “guida” alla scrittura di un romanzo giallo.

146 pagine di definizioni, esempi e qualche suggerimento operativo, in cui Roversi passa in rassegna parecchi temi fondamentali: si parte dalla ricerca dell’ispirazione e dalla necessità di imparare a sviluppare un’idea forte, per passare alla gestione delle sottotrame, all’ambientazione e alla costruzione dei personaggi.

Il 90% dei consigli contenuti all’interno di “Scrivere Gialli di Successo” si basa su fondamenta solidissime.

Seguirli ti aiuterà senz’altro a migliorare e a rendere più coinvolgente il tuo lavoro. anche perché Roversi pone ripetutamente l’accento su un paio di punti che, come sai, possono rivelarsi di importanza vitale per qualsiasi aspirante autore:

  1. La necessità di leggere (e leggere molto), per imparare ad attribuire il giusto valore alle aspettative dei lettori;
  2. Il bisogno di imparare a progettare e costruire le proprie storie, un tassello alla volta, come un paziente artigiano che cesella il suo capolavoro.

Scrivere è un lavoro serio. Anzi: è un lavoro, punto e basta!

Roversi dimostra un talento speciale nel relazionarsi all’aspirante autore. Le sue tonalità, incoraggianti e colloquiali, riescono a mettere il lettore a proprio agio, anche perché non stentano a riconoscere alle aspirazioni narrative di quest’ultimo tutta l’agognata dignità del caso.

Puoi riuscirci, sembra recitare il motto personale dell’autore. Qualsiasi cosa è possibile, purché ti armi dell’impegno necessario e ti prepari a lavorare per il tuo sogno.

D’altra parte, in nessun momento Roversi si dimostra interessato a nascondere al neofita i risvolti più faticosi della professione (vedi l’ironico capitolo “Alla ricerca di un editore”), o la necessità di applicare alla pratica quotidiana una ferrea disciplina.


Una partita a scacchi col lettore

Il rovescio della medaglia è che, malgrado l’elenco di compiti a casa e le pertinenti informazioni di carattere nozionistico, il libro offre pochi spunti di ordine pratico: nel senso che. quando avrai finito di leggerlo, difficilmente sarai in grado di scrivere gialli (o qualsiasi altra cosa) meglio di prima… ma qualcosa mi dice che ti sentirai più motivato a cominciare!

Il problema è che l’autore de “La Mano Sinistra del Diavolo”, per scelta o per necessità, si ritrova ad affrontare ogni argomento con un tipico approccio alla “toccata e fuga”. Limitandosi cioè a proporci, nella maggior parte dei casi, una serie di facezie letterarie di relativa utilità e svariati sommari da corso secondario di scrittura creativa all’Università.

Non c’è molto che si possa dire a fronte di generiche istruzioni del tipo:

«Ecco dunque i primi quattro mattoni della storia su cui iniziare a costruire l’armatura del tuo palazzo-romanzo:

  1. La situazione iniziale
  2. L’omicidio o crimine principale
  3. Come si scopre la verità
  4. Come finisce il romanzo»

In quest’ottica, i capitoletti dedicati alla creazione dei personaggi e alla stesura della sinossi, dell’incipit e del finale, si confermano sicuramente fra i più scarni e deludenti.


“Scrivere Gialli di Successo”: le mie 5 citazioni preferite

«Scrivere una crime story significa intavolare una partita a scacchi col lettore, fargli addirittura credere in più occasioni che lui stia per vincere (quando si è convinto di aver individuato il colpevole molto prima del finale del libro) per poi batterlo alla grande con un paio di mosse conclusive che lo lasciano stupito ma anche felice per essersi confrontato con un grande avversario

«Rileggiti e non innamorarti troppo della tua prima stesura né di una certa frase: se necessario, quella frase può, e deve, essere sacrificata a beneficio di una narrazione efficace, fluida e ben strutturata.»

«Se vuoi uscirne vivo, dammi retta: fai la scaletta

«Hai già capito: ti serve anche un cattivo. Non uno qualsiasi: uno all’altezza del tuo protagonista.»

«Quei romanzi hanno un’anima, e anche il tuo deve averla.»


In conclusione

“Scrivere Gialli di Successo” rappresenta una discreta introduzione all’arte della progettazione narrativa e della scrittura di crime stories.

Il neofita consapevole sarà sicuramente in grado di trarre le sue conclusioni. E, all’occorrenza, di cercare di approfondire i singoli argomenti attraverso lo studio di altri autori.

Paolo Roversi, dal canto suo, si conferma un autentico affabulatore.

Il suo stile risulta ironico, diretto, incalzante… In effetti, talmente fluido e coinvolgente da riuscire (quasi) a mascherare la povertà di contenuto che si nasconde dietro un paio di aneddoti personali in stile parabola di San Pietro.

Ribadisco che il manuale, purtroppo, tende a glissare su molte (troppe!) componenti fondamentali della narrazione.

Le prime due cose che mi vengono in mente? Gestione dei colpi di scena e archi narrativi.

In ogni caso, dietro l’approccio tipicamente “scolastico” del metodo didattico di Roversi, si intravede sicuramente la sagoma di una vastissima, enciclopedica preparazione.

Perciò, dammi retta…

Se stai pensando di scrivere un libro giallo, e hai problemi a capire da che parte cominciare, questo piccolo manuale proposto da Editrice Bibliografica potrebbe diventare il tuo prossimo salvagente! 🙂


Cosa ne pensi?

Avevi mai sentito parlare del manualetto “Scrivere Gialli di Successo”?

Hai letto qualcosa di Paolo Roversi?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.